.
Annunci online

federica mogherini
Democratica

PD ROMA: IMPORTANTE SOSTEGNO DI AREA DEM PER MARCO MICCOLI

27 ottobre 2010 permalink 0commenti
“E’ importante che Area Democratica di Roma abbia deciso di sostenere la candidatura a Segretario romano del PD di Marco Miccoli, a partire da un confronto sulle idee, offrendo un contributo politico sul progetto di rilancio del PD e sul futuro della città”.

E’ quanto dichiara Federica Mogherini, deputata del PD.

“Questa scelta è il riconoscimento di un lavoro importante svolto da Marco Miccoli in questi mesi, un lavoro fatto insieme ad un gruppo di giovani politicamente plurale e vivace, con cui si è iniziato a rimettere in moto il PD nella città, con iniziative programmatiche, manifestazioni sui temi del lavoro e della scuola, una rivitalizzazione dei circoli territoriali e aziendali, la riorganizzazione di un’opposizione più forte alla destra di Alemanno.

C’è ancora molto da fare. Il contributo di Area Democratica va proprio in questa direzione: valorizzare ancor di più il lavoro degli iscritti, costruire un progetto di qualità per il futuro di Roma, investire con più coraggio sul rinnovamento di un gruppo dirigente selezionato sul merito”.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. PD Roma Area Democratica Marco Miccoli

permalink | inviato da BlogMog il 27/10/2010 alle 18:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Democratica

AREA DEMOCRATICA

1 ottobre 2010 permalink 2commenti

Il mio intervento di ieri all'Incontro nazionale di Area Democratica:


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd area democratica

permalink | inviato da BlogMog il 1/10/2010 alle 16:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Democratica

CI VEDIAMO GIOVEDI'

27 settembre 2010 permalink 2commenti
Oggi ho ricevuto questa email:

"Nei giorni scorsi abbiamo vissuto avvenimenti che hanno prodotto in molti di noi delusione ed amarezza. Area democratica, lo strumento che ci siamo dati per tenere viva la straordinaria esperienza congressuale, si è divisa come conseguenza del documento dei 75.

Mi sono chiesto più volte, in questi giorni: c’era uno spartiacque così grande da giustificare una raccolta di firme, divisiva tra i parlamentari che hanno condiviso la battaglia delle primarie e questo anno di Area Democratica? Non certo il giudizio sullo stato del Pd, sulle sue difficoltà, sui ritardi che abbiamo accumulato e che rendono forte la distanza tra il partito che avremmo voluto e quello che c’è.

Ma il Pd, con tutti i suoi limiti e le sue contraddizioni, è il nostro partito. È l’approdo che abbiamo cercato per tanto tempo. Noi non abbiamo in tasca progetti di riserva, non riteniamo che compito della minoranza interna sia distinguersi, sempre e comunque, fino a fare l’opposizione interna.

Noi, al contrario, pensiamo che tanto più esistono difficoltà del partito, tanto più serve il contributo e il lavoro di tutti per porvi rimedio.

Non si tratta di rinunciare a nessuna delle nostre idee. Se avessimo vinto le primarie avremmo fatto molte cose in modo diverso ed è giusto continuare a dire che questo partito deve cambiare se vuole avere un futuro. Ma a cambiare dobbiamo essere anche e prima di tutto noi, abbandonando vecchi vizi e antiche abitudini.

Basta con i duelli personali o con i silenzi nelle stanze del partito e le parole polemiche sulle pagine dei giornali. Basta con la guerra di logoramento al segretario di turno.

Tra miei impegni assunti durante la campagna delle primarie c’era questo: lealtà e collaborazione con chiunque avesse vinto. Ora è il momento di mantenere quell’impegno, facendo un passo avanti verso una unità vera.

Pensiamo di avere molte ragioni, ma vogliamo mettere queste ragioni al servizio del partito, soprattutto in un momento di profonda crisi come è quella che stiamo vivendo.

Crisi politica e democratica, con il drammatico tramonto del berlusconismo. Crisi sociale, i cui effetti saranno ancora più drammatici nei prossimi mesi. Crisi morale e di legalità, in un crescere di commistioni inquietanti tra potere politico e malaffare.

La democrazia italiana vive sull’orlo di un abisso. A noi tocca preparare, presto e bene, l’alternativa, non regalando alla destra frantumata le nostre divisioni.

Perché non ci sarà alternativa possibile senza la forza di un Pd unito.

Per queste ragioni abbiamo scelto la strada della responsabilità e abbiamo accolto, senza ipocrisie e senza nasconderci dietro troppi sofismi, l’appello del segretario, votando la sua relazione all’ultima Direzione Nazionale. Non per passare in maggioranza, come qualcuno ha cercato di dire, trascinato da una polemica inutile tra noi, ma per lavorare per il bene del partito, con le nostre idee e la nostra identità,

È sulla base di queste convinzioni e in continuità con ciò che abbiamo detto e fatto nelle primarie e nei mesi successivi, che ora riprendiamo il cammino con Areadem.

Anche per questo ti chiedo di essere presente GIOVEDI 30 SETTEMBRE a ROMA ALLE ORE 15.30 PRESSO LA SALA DELLA CONFERENZE VIA DEL POZZETTO 158 per un incontro in cui raccogliere e scambiare riflessioni e proposte.

A presto,
Dario Franceschini"

Ne condivido ogni parola. E giovedì ci sarò. Spero che in tanti vorranno e potranno esserci. Ci vediamo lì...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd area democratica

permalink | inviato da BlogMog il 27/9/2010 alle 14:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Democratica

IL MIO INTERVENTO A CORTONA

13 gennaio 2010 permalink 0commenti

Questo è quello che ho detto a Cortona, all'incontro di Area Democratica subito prima di Natale. Ne avevo parlato qui, qualche post fa, ora ho visto che su YouDem si trova gran parte del dibattito.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. PD Area Democratica Cortona YouDem

permalink | inviato da BlogMog il 13/1/2010 alle 13:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Democratica

CORTONA, CITTADINANZA, COPASIR E UNA PROPOSTA PER FINIRE BENE L'ANNO...

21 dicembre 2009 permalink 2commenti

1. Venerdì e sabato sono stata a Cortona, all'incontro di Area Democratica. Uno splendido posto, sommerso da una splendida neve. Ed un dibattito politico di livello straordinariamente alto. Devo riconoscere che non avevo grandi aspettative, ed il semplice pensiero di dedicare il weekend prenatalizio ad un dibattito "di area" sul PD non mi pareva il massimo. Ed invece, ho trovato idee lucide, motivazioni forti, persone appassionate, ed un grande senso dell'ascolto, del rispetto, della serietà e della responsabilità.
Credo che gli interventi siano stati ripresi, e mi auguro che - se così è - prima o poi siano rintracciabili online da qualche parte. Non solo perchè molti varrebbe la pena ascoltarli, o riascoltarli - ma anche perchè sinceramente, a leggere i giornali il giorno dopo, sembrava di essere stati da un'altra parte. A Cortona si è discusso di come contribuire a fare forte il PD, a fargli percorrere le strade migliori, ad aggirare gli ostacoli. Si è discusso di come dare voce a quei tanti che hanno creduto e credono in una certa idea di PD, ed il cui contributo oggi è ancora prezioso, fondamentale - di come si riesce a farli sentire pienamente parte del progetto. Si è parlato di proposte, di contributi costruttivi, in modo costruttivo.
Certo, difficoltà ce ne sono e ce ne saranno. Possono esserci temi, proposte, gesti o espressioni ("pensieri, parole, opere e omissioni"...) che dividono e divideranno, invece di unire. Cose che renderanno a tratti difficile dire forte e chiaro "questo è il PD che vorrei!". Ed è ovvio che la difficoltà di trovare un punto di equilibrio tra la sincerità dei pensieri e delle parole, e la capacità di non farsi del male tra noi, resta intatta. Ma credo che non si debba per questo tirare i remi in barca e passivamente aspettare che chi legittimamente sta al timone ci guidi - è utile remare, ed indicare la rotta quando e se si può. Anche perchè credo che il rischio che dobbiamo tutti imparare a sventare è che una divisione (pure legittima, pure giustificata, pure importante) oscuri le tante, tantissime cose che uniscono, e che si fanno insieme. E che forse sono quello che interessa di più chi ci sta a guardare.

2. Ad esempio, domani si discute in aula la nostra proposta per la modifica della legge sulla cittadinanza. Per dare a quei tanti "italiani non italiani", nati o cresciuti in Italia ma senza il diritto alla cittadinanza, il riconoscimento che spetta loro. E' una legge importante, al di là dell'enfasi mediatica che può scatenare per le spaccature dentro la maggioranza. Vedremo se arriverà mai al voto in aula... (e se chi dice di condividerla, a quel punto la voterà).

3. Tra le (poche ed irrilevanti) cose di cui invece si discute, la presidenza del Copasir. Ovvio che D'Alema ha il curriculum per farlo (ha il curriculum per fare praticamente tutto...). A me pare che sarebbe saggio provare a "depoliticizzare" ed "istituzionalizzare" il più possibile il ruolo, ed affidarlo a persona sì di grande esperienza ed autorevolezza, ma meno in prima fila nell'attualità politica. Forse sbaglio. Ma il controllo sui servizi mi pare debba stare il più possibile fuori dai riflettori.

4. Sulle leggi "ad personam" ho una proposta che renderebbe tutti, ma proprio tutti, felici per il nuovo anno: Lodo Alfano per gli ex Presidenti del Consiglio.

Buone feste a tutti...

chi sono
Sono nata a Roma il 16 giugno del 1973 da papà toscano (Anghiari, Arezzo) e mamma veneta (Vittorio Veneto, Treviso).
contatti mail: mogherini_f@camera.it
tel: 06.67605348
Fax: 06.67605726
Indirizzo: Camera dei Deputati, Piazza S. Claudio 166 - 00186 Roma


Questo blog è stato visto 1 volte

footer