.
Annunci online

federica mogherini
Sulla stampa

OGGI IL G20 LAVORO IN MESSICO. OCCUPAZIONE, PERCHÉ UN PIANO SU SCALA GLOBALE

17 maggio 2012 permalink 0commenti

Si apre oggi in Messico un vertice dei ministri del Lavoro del G20 chiamato a fare i conti con i drammatici effetti occupazionali della crisi economica. Dal 2008 ad oggi ci sono 27 milioni di disoccupati in più nel mondo, e l'ILO stima che sarebbero necessari 21 milioni di nuovi posti di lavoro ogni anno, per riuscire a tornare nel 2015 al livello di occupazione precedente alla crisi. A questi dati si devono aggiungere quelli relativi la lavoro nero e alla precarietà, soprattutto per giovani e donne. E' evidente che l'epicentro della crisi, e dei suoi effetti, sia in Europa; tuttavia, lo tsunami é globale, e per arginarlo sarà certo necessario, ma forse non sufficiente, che l'Europa faccia i suoi compiti a casa. La crisi ci consegna l'urgenza di trovare forme di raccordo delle politiche che vadano molto oltre i livelli nazionali e regionali, e che non siano solo passaggi di condivisione di esperienze o di obiettivi generici: servono luoghi capaci di impegnare a scelte comuni, vincolanti e verificabili, concrete. Vertici che potevano apparire fino a qualche anno fa inutili o addirittura illegittimi, sono oggi con tutta evidenza strumenti preziosi, indispensabili per trovare la via d'uscita comune da problemi globali. Non va quindi sprecata l'occasione. Il G20 Lavoro di questi giorni dovrà avanzare proposte concrete per aumentare e migliorare l'occupazione su scala mondiale: il lancio e l'adeguato finanziamento di un piano per il lavoro dei giovani; l'introduzione di livelli minimi di tutela sociale ed il rafforzamento dei diritti del lavoro e del dialogo sociale; misure per la riduzione delle disuguaglianze di reddito; piani per investimenti eco-compatibili da portare al prossimo vertice di Rio+20. L'Italia dovrà contribuire a stilare questa agenda e, soprattutto, dovrà lavorare perché venga rinnovato l'impegno a fare della creazione di buona occupazione la priorità del G20, confermando la Task Force nata qualche mese fa, ma soprattutto mettendo a punto strumenti efficaci per attuare concretamente gli impegni presi dai Capi di Stato e di governo in occasione dei Summit del G20. Il nodo centrale infatti resta questo: da una parte, dare seguito concreto agli impegni presi; dall'altra assicurare la coerenza delle politiche, scongiurando il rischio (fin qui puntualmente verificatosi) che quel che si decide ad un tavolo venga contraddetto dalle decisioni prese ad un altro. Questo rischio è particolarmente evidente per le politiche occupazionali, che restano buone intenzioni se non vengono sostenute da scelte di politica economica e finanziaria conseguenti. Le vicende italiane ed europee ci insegnano fin troppo bene quanto sia velleitario pensare di poter risolvere il problema occupazionale, in condizioni difficili di austerità, nel vuoto di misure per la crescita. Per questo, andrebbe sostenuta con convinzione, e ci aspettiamo che l'Italia lo faccia, la proposta di istituire vertici congiunti, in sede G20, dei ministri del Lavoro con quelli dell'Economia. Perché l'unico modo per dare efficacia alle misure per la creazione di buona occupazione, di cui abbiamo un drammatico bisogno, è coordinarle con le scelte di politica economica su scala globale.

Articolo pubblicato su L'Unità giovedì 17 maggio 2012


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. italia lavoro messico g20

permalink | inviato da BlogMog il 17/5/2012 alle 11:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sulla stampa

G20: IL LAVORO SIA AL CENTRO DELL’AGENDA GLOBALE PER LA CRESCITA ECONOMICA

10 maggio 2012 permalink 0commenti

“Oggi, prima con la discussione alla Camera di un’interpellanza urgente del PD, poi con un confronto promosso sempre dal Partito Democratico con le parti sociali, abbiamo avanzato alcune proposte in vista del prossimo vertice G20 dei Ministri del Lavoro in Messico (in programma il 17 e 18 maggio a Guadalajara), appuntamento cruciale nel pieno di una crisi economica internazionale che fa della disoccupazione, in particolare dei giovani e delle donne, la prima e la più urgente tra le emergenze sociali da affrontare.
E’ oggi infatti evidente a tutti che a problemi globali non si può che rispondere a livello globale, e che non ci sarà alcuna efficacia delle misure volte a superare la crisi senza uno sforzo sempre maggiore di coordinamento non solo regionale – nel nostro caso europeo - ma internazionale.
Per questo abbiamo preso atto con soddisfazione della decisione del Governo italiano di partecipare al vertice messicano al massimo livello, con la presenza del Ministro Fornero, così come abbiamo apprezzato l’annuncio della volontà del Ministro di partecipare anche al pre-vertice di confronto con le parti sociali internazionali.
Ci auguriamo che il G20 lavoro sia per l’Italia un’occasione per affermare, insieme ai propri partner internazionali, la necessità di porre le misure per la creazione di buoni posti di lavoro al centro dell’agenda globale, accompagnando le politiche di risanamento dei bilanci pubblici con scelte più incisive e coraggiose di sostegno alla crescita economica ed occupazionale.
In questo senso, la scelta di porre al centro del vertice tre priorità come il lavoro di qualità, l’occupazione giovanile e la crescita “verde” indicano la strada giusta. Si dovrà poi vigilare sia sulla effettiva implementazione delle decisioni prese, sia sul loro adeguato finanziamento, sia sulla coerenza delle politiche economiche e finanziarie rispetto alle priorità indicate nel campo del lavoro. Per questo, crediamo sarebbe utile promuovere forme di coordinamento più stringente tra i vertici dei ministri del lavoro e quelli dei ministri dell’economia e finanze, anche con la creazione di un appuntamento comune”.
E' quanto dichiara Federica Mogherini, deputata e responsabile globalizzazione PD.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. g20 lavoro pd

permalink | inviato da BlogMog il 10/5/2012 alle 19:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Attività parlamentare

INTERPELLANZA SU G20 LAVORO IN MESSICO

10 maggio 2012 permalink 0commenti




La discussione di oggi in Aula sull'interpellanza urgente che ho presentato in vista del vertice G20 dei Ministri del Lavoro in Messico.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lavoro pd g20

permalink | inviato da BlogMog il 10/5/2012 alle 14:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Agenda

VERSO IL G20 LAVORO IN MESSICO

9 maggio 2012 permalink 0commenti

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. diritti lavoro pd g20

permalink | inviato da BlogMog il 9/5/2012 alle 13:0 | Versione per la stampa
In Veneto

PRIMO MAGGIO, DONNE LAVORATRICI: COSA CAMBIA DOPO LA RIFORMA FORNERO ?

27 aprile 2012 permalink 0commenti

PRIMO MAGGIO, DONNE LAVORATRICI:
COSA CAMBIA DOPO LA RIFORMA FORNERO ?

Dibattito pubblico con:

ELISA LA PAGLIA, candidata PD al consiglio comunale di Verona 

FEDERICA MOGHERINI, deputata PD

DONATA GOTTARDI, docente universitaria

BARBARA GIACOMINELLI, psicologa lavoro

Martedì 1 maggio 2012 – ore 11.00

Sede PD – Piazza Cittadella, 22 - Verona


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lavoro pd donne 1 maggio verona veneto

permalink | inviato da BlogMog il 27/4/2012 alle 12:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
In Veneto

CRISI: GRAVE EPISODIO DI VERONA, CRESCE DISAGIO SOCIALE. URGENTE DARE RISPOSTE CONCRETE A LAVORATORI E IMPRESE

29 marzo 2012 permalink 0commenti

“L’episodio di oggi a Verona del giovane operaio edile di origini marocchine che si è dato fuoco in pieno centro, a Piazza Bra, a pochi passi dalla sede del Comune, come gesto estremo di protesta dopo mesi senza stipendio, è un fatto grave e allarmante, che segnala quanto profondo e crescente sia il disagio economico e sociale tra i lavoratori.

Preoccupa tanto più perché avviene in una delle capitali economiche e produttive del nord e perché rappresenta l’ultimo di una lunga serie di episodi drammatici di suicidi di imprenditori, lavoratori, artigiani, operai o disoccupati – da ultimo il muratore che ieri si è dato fuoco nella sua auto a pochi passi dall'Agenzia delle Entrate di Bologna – stremati da una crisi economica profonda, alimentata da una stretta del credito e da una crescita del costo della vita e del lavoro, che stanno producendo nuove crisi aziendali, disoccupazione e scivolamento verso la povertà di fasce sempre più grandi di cittadini.

E’ compito della politica e delle istituzioni non ignorare l’esasperazione di tanti lavoratori, imprenditori e disoccupati a cui è urgente dare risposte concrete, con iniziative di sostegno alla crescita economica, all’accesso al credito per le imprese, alla creazione di nuova occupazione”.

E’ quanto dichiara Federica Mogherini, deputata PD.

Diario parlamentare

UN PICCOLO PASSO IN AVANTI, CHE ASPETTA DI DIVENTARE VITTORIA

21 dicembre 2010 permalink 3commenti

La modifica dei regolamenti parlamentari approvata oggi all’unanimità dall’Ufficio di Presidenza della Camera dei Deputati, che equipara l’assenza per maternità non più alla malattia, ma alla “missione”, è un piccolo, simbolico, ma importantissimo passo in avanti.
Era importante che le istituzioni dove si fanno le leggi non dessero per prime il cattivo esempio.
In Italia, infatti, tutti parlano di tutela della famiglia, ma poi alle donne – per non parlare degli uomini - viene troppo spesso negato il diritto-dovere di fare le mamme (o i papà) nel momento in cui lo diventano.
Spero che ora, con la stessa efficacia e con la stessa rapidità, tutte le istituzioni, a partire proprio dalla Camera dei Deputati, sappiano dare risposta ai tanti e seri problemi che rendono ogni giorno difficile, e a volte impossibile, per milioni di italiani anche solo pensare di avere un figlio o conciliare il proprio desiderio di diventare genitori con il lavoro.
Solo in quel momento, questo piccolo, importante passo in avanti, diventerà una vittoria.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. maternità Camera lavoro

permalink | inviato da BlogMog il 21/12/2010 alle 17:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Diario parlamentare

ESERCITO: NO ALLA PRECARIETÀ PER I GIOVANI MILITARI

18 ottobre 2010 permalink 1commenti

“E’ davvero emblematica la vicenda dell’ex caporale Guido Laveneziana, volontario in ferma prefissata per un anno, protagonista del fermo del libico Mohamed Game, che il 12 ottobre 2009 tentò di far esplodere una bomba all’ingresso della Caserma Santa Barbara di Milano.

Il giovane militare, a distanza di soli 2 mesi dal quell’episodio, per il quale aveva ricevuto elogi ed encomi dai vertici militari italiani, si è visto negata – come tanti altri suoi coetanei - la rafferma, la legittima possibilità di proseguire nel suo percorso professionale nell’Esercito.

Questo episodio purtroppo conferma una condizione ormai strutturale di un Esercito italiano che fonda gran parte del suo funzionamento ordinario su un regime di precariato dei giovani militari o aspiranti tali”.

E’ quanto dichiara Federica Mogherini, deputata PD e Segretario della Commissione Difesa della Camera dei Deputati.

“Portare la dimensione della precarietà lavorativa e di vita anche all’interno delle forze armate è una scelta che va rimessa in discussione, perché è di serio pregiudizio per la funzionalità stessa dell’apparato militare, che richiede invece percorsi di formazione e di addestramento continui, professionalità, competenze, esperienza.

Ma soprattutto è necessario aprire una riflessione profonda sul destino incerto di migliaia di giovani, che intraprendono con passione e grandi aspettative la carriera militare, in particolare nel Mezzogiorno, spesso scegliendola come una delle poche opportunità concrete di occupazione e di crescita professionale, e che invece troppe volte si trovano a confrontarsi con la delusione di percorsi bruscamente interrotti all’interno delle Forze armate, senza alcuna prospettiva lavorativa alternativa”.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Esercito giovani lavoro precarietà

permalink | inviato da BlogMog il 18/10/2010 alle 15:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Attività parlamentare

LAVORO. EX EUTELIA, PD IN SCIOPERO FAME: GOVERNO RIAPRA TAVOLO

21 giugno 2010 permalink 0commenti

Sono più di cento i parlamentari del PD che aderiscono ad uno sciopero della fame ''a staffetta'' a sostegno, dopo un anno di vertenza, dei lavoratori dell' ex Eutelia.

Ad annunciare l'iniziativa è un gruppo di deputati, in una breve conferenza stampa davanti Palazzo Montecitorio.

Dopo l'intervento di un lavoratore in sciopero della fame da alcuni giorni, è il responsabile del settore del PD, Cesare Damiano, ex ministro del Lavoro, a illustrare il senso dell'iniziativa.

''Primo punto - dice il parlamentare - è chiedere a Palazzo Chigi di riaprire il tavolo sulla vertenza''. ''Vogliamo che il governo riapra il confronto, perché il 'tavolo' c'era ma la trattativa e' stata sospesa''.

Damiano, sottolineando che i Democratici auspicano l'adesione all'iniziativa di ''altri parlamentari, sia di opposizione che di maggioranza'', spiega che si tratta di salvaguardare l'occupazione ''in un settore strategico come quello della 'information technology'''. Per l'ex ministro è necessario, per la salvezza dell'ex Eutelia, rinnovare all'azienda le commesse che nell'ultimo anno mesi non sono state confermate; fra queste, quelle con il Parlamento, la Rai e le Poste Italiane. Il PD è convinto, sottolinea ancora Damiano, che con ''un atto di volontà politica tante situazioni potrebbero essere riparate; ma sarebbe il caso - aggiunge - che, per gestire situazioni così delicate Berlusconi, si decidesse a indicare un nuovo Ministro dello Sviluppo''.

Il PD, conclude il responsabile Lavoro, ha già deciso ''ulteriori iniziative'', quali ''interventi in Aula'' e ''un telegramma la giorno a Berlusconi e Letta''.

Hanno aderito allo sciopero della fame, fra gli altri, Dario Franceschini, Walter Veltroni, Federica Mogherini, Rosy Bindi, Sergio D'Antoni, Livia Turco, Stefano Fassina, Olga D'Antona.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lavoro pd eutelia

permalink | inviato da BlogMog il 21/6/2010 alle 10:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sulla stampa

FAMIGLIA: MOGHERINI, "INTRODURRE IL CONGEDO DI PATERNITA' OBBLIGATORIO"

29 aprile 2009 permalink 4commenti

"Aiutare le donne nella gestione dei tempi di vita significa aiutare le famiglie e l’economia del paese e su questo fronte, purtroppo, l’Italia è drammaticamente in ritardo. Per questo noi proponiamo un mix di interventi che vanno dal credito d'imposta per le imprese, specie al Sud, che assumono donne, ai vantaggi fiscali riconosciuti direttamente alla madre lavoratrice".

"Ma anche misure che consentano ai padri di dare un contributo diretto alla crescita dei figli. Per questo tra i punti salienti del disegno di legge oggi presentato c'e' il congedo obbligatorio di paternità per un periodo simbolico di 10 giorni. Soprattutto oggi la gestione della famiglia non può prescindere dalla condivisione dei compiti da parte di moglie e marito".

"Infatti, se è fondamentale disporre di strutture come asili e di una gestione particolare dei tempi credo anche che sia altresì indispensabile consentire ai padri di avere un ruolo attivo soprattutto nei primi cruciali giorni di vita dei figli".

"La condivisione dei compiti consente alle donne di conciliare i tempi del lavoro con quelli familiari e agli uomini di occuparsi degli affetti contribuendo alla crescita della famiglia".

chi sono
Sono nata a Roma il 16 giugno del 1973 da papà toscano (Anghiari, Arezzo) e mamma veneta (Vittorio Veneto, Treviso).
contatti mail: mogherini_f@camera.it
tel: 06.67605348
Fax: 06.67605726
Indirizzo: Camera dei Deputati, Piazza S. Claudio 166 - 00186 Roma


Questo blog è stato visto 1 volte

footer