.
Annunci online

federica mogherini
Sull' Europa

TOBIN TAX: L’IMPEGNO DEL VERTICE DI ROMA È IMPORTANTE NOVITÀ, ORA IL CONSIGLIO EUROPEO DIA VIA LIBERA

22 giugno 2012 permalink 0commenti

“L’impegno assunto oggi a conclusione del vertice di Roma tra Italia, Germania, Francia e Spagna per l’introduzione in Europa di una tassa sulle transazioni finanziarie – da attivare, anche in assenza dell’unanimità di consenso tra i paesi UE, attraverso la procedura di una cooperazione rafforzata – rappresenta un segnale di novità politica molto significativo.

Non vi è dubbio che dal Consiglio europeo del 28 e 29 giugno ci si attende una svolta politica più generale – di cui in realtà si rintracciano ancora segnali troppo timidi e contraddittori – con una strategia continentale per la crescita e la creazione di nuova occupazione; con passi concreti verso un più stretto coordinamento finanziario e l’attivazione di strumenti di garanzia del sistema creditizio a livello comunitario; con la messa in sicurezza dei bilanci pubblici dei paesi UE attraverso strumenti di mutualizzazione (almeno parziale) dei debiti sovrani – se non con gli Eurobond, almeno col Fondo di Redenzione -; con la definizione di una road map per l’integrazione e l’unione politica europea.

Ma, in questo quadro, la decisione di rilanciare oggi da Roma la proposta di tassare le transazioni finanziarie rappresenta una scelta politica comunque impegnativa, con cui si indica uno strumento concreto – di certo non l’unico, ma sicuramente significativo – per uscire da una crisi economica europea e internazionale, iniziando a regolare la finanza globale e le sue degenerazioni, contrastando la speculazione internazionale e raccogliendo risorse da destinare agli investimenti per l’occupazione e per la crescita.

Ora ci attendiamo coerenza e determinazione da parte dei 4 governi europei che oggi si sono ritrovati a Roma nel voler tradurre la proposta di tassa sulle transazioni finanziarie in scelte concrete e operative sin dal prossimo vertice europeo di fine mese.

Sarebbe una prima, importante risposta alla crisi economica che ha investito in questi anni l’Europa, indicando come un altro modello di sviluppo più sostenibile, un ruolo più sano della finanza in rapporto con l’economia reale e col mondo produttivo, un’Europa dei diritti e della partecipazione democratica siano obiettivi possibili, da costruire passo dopo passo, con scelte innovative e coraggiose come questa”.

E’ quanto dichiara Federica Mogherini, deputata e responsabile globalizzazione PD.

Sull' Europa

TASSA TRANSAZIONI FINANZIARIE: SEGNALE CHIARO E CORAGGIOSO DAL PARLAMENTO EUROPEO, ORA GOVERNI UE DIANO IL VIA LIBERA

23 maggio 2012 permalink 0commenti

“Oggi dal Parlamento Europeo giunge un segnale molto chiaro, coraggioso e saggio ai Capi di Stato e di Governo che si riuniranno stasera per il vertice informale del Consiglio europeo.

L’approvazione a larghissima maggioranza di una risoluzione per l’istituzione di una tassa sulle transazioni finanziarie con un'imposizione dello 0,1% per azioni e titoli e dello 0,01% per i derivati rappresenta un’indicazione precisa rivolta ai Governi europei, affinché l’agenda per la crescita a cui si sta lavorando preveda anche questo strumento di regolamentazione delle attività della finanza globale, consentendo di far pagare, almeno in parte, il costo economico e sociale della crisi internazionale a chi l’ha provocata con un’attività predatoria che in questi anni ha puntato a generare ricchezza dalla speculazione e non dagli investimenti sull’economia reale, sul lavoro e sulle attività produttive.

La risoluzione approvata dal Parlamento Europeo – di cui era relatrice per il gruppo Socialisti&Democratici la greca Anni Podimata – rappresenta un passo in avanti coraggioso perché sostiene la necessità di procedere comunque all’istituzione della tassa sulle transazioni finanziarie, anche in assenza di unanimità tra i 27 paesi UE, attivando una cooperazione rafforzata che consenta ad un minimo di 9 paesi di fare da apripista e di sperimentare questo strumento.

Infine, è un’indicazione saggia ed equilibrata, perché allo stesso tempo il Parlamento Europeo sollecita i Governi a tentare comunque di giungere all’adozione della tassa su tutto il territorio dell’Unione, proprio per evitare possibili distorsioni nel mercato interno, e di guidare un’iniziativa per la conclusione di un accordo più complessivo a livello mondiale. Così come propone di prevedere aliquote europee abbastanza contenute, che possano minimizzare i possibili rischi di delocalizzazione.

Dare il via libera a questa proposta significa poter liberare circa 55 miliardi di euro l’anno da destinare in parte alla crescita economica e alla creazione di posti di lavoro in Europa e in parte all’aiuto allo sviluppo e alla lotta al cambiamento climatico.

Ora spetta ai Governi europei dimostrare di essere all’altezza delle urgenze e dei compiti da assolvere, e di avere il coraggio di compiere scelte per rilanciare l’economia continentale con strumenti innovativi che, ormai, raccolgono un consenso crescente tra i cittadini, le forze politiche, i movimenti e le associazioni a livello europeo”.

E' quanto dichiara Federica Mogherini, deputata e responsabile globalizzazione PD.

Sull' Europa

TASSA TRANSAZIONI FINANZIARIE: BENE SOSTEGNO DEL GOVERNO, ORA ANCHE EUROPA FACCIA SUA PARTE

7 febbraio 2012 permalink 0commenti

“E’ un segnale importante il voto favorevole espresso oggi dalla Camera sulle mozioni parlamentari per l’introduzione di una tassa sulle transazioni finanziarie a livello europeo e internazionale. Ma soprattutto, è significativo il parere favorevole dato a riguardo dall’Esecutivo, che supera così la contrarietà espressa dal governo Berlusconi, consentendo finalmente all’Italia di tornare a svolgere un ruolo propositivo a livello comunitario, affinché questo strumento di regolamentazione della finanza e di contrasto delle attività speculative possa essere adottato, almeno in ambito europeo, come primo, importante passo verso una nuova governance economica mondiale, fondata su meccanismi di controllo, di trasparenza e di regolamentazione del mercato. Il Parlamento italiano raccoglie così le proposte
avanzate da tempo
da parte di tante organizzazioni non governative, come il Global Progressive Forum e la Campagna italiana “Zerozerocinque”.
Ora ci aspettiamo che in sede comunitaria l’Italia faccia fino in fondo la sua parte e che l’Europa sappia trovare la convinzione e il coraggio necessari per tradurre questa proposta in uno strumento operativo, utile a sostenere, insieme ad altre misure, il definitivo superamento della crisi economica internazionale”. E’ quanto dichiara Federica Mogherini, deputata PD e Responsabile Globalizzazione del PD.

Sull' Europa

TASSA TRANSAZIONI FINANZIARIE: BENE SÌ DI MONTI, PUÒ ESSERE STRUMENTO PER CRESCITA E EQUITÀ SOCIALE

14 dicembre 2011 permalink 0commenti

“E’ davvero un buon segnale di discontinuità e di innovazione l’annuncio di questa mattina del Presidente Monti, che si è dichiarato pronto a rivedere la posizione dell’Italia, unendosi finalmente agli altri paesi europei favorevoli all’introduzione di una tassa sulle transazioni finanziarie.
E’ importante soprattutto perché il governo italiano chiarisce come si possano abbassare le tasse su lavoro, famiglie e imprese, solo se si sposta la pressione fiscale sulla finanza e sulle attività speculative.
Finalmente l’Italia cambia rotta, seguendo una proposta che il PD ha fatto da tempo, ed affiancandosi a tante organizzazioni non governative italiane ed internazionali, come il Global Progressive Forum e la Campagna italiana “Zerozerocinque”, che da anni conducono una battaglia per l’introduzione di strumenti innovativi di governance economica come la tassa sulle transazioni finanziarie.
Ora ci auguriamo che il governo italiano sappia rilanciare da subito in sede europea e internazionale questa proposta, indicandola come uno strumento utile e concreto per affrontare la grave crisi economica internazionale e dei debiti sovrani, affiancando alle misure di rigore finanziario già decise, anche strumenti innovativi capaci di sostenere la crescita economica, la redistribuzione di risorse, l’equità sociale e la sostenibilità dello sviluppo”.
E’ quanto dichiara Federica Mogherini, deputata PD e Responsabile Globalizzazione del PD.

Sull' Europa

G20: SOSTEGNO A PROPOSTA TASSA TRANSAZIONI FINANZIARIE, IMPORTANTE RAGGIUNGERE ACCORDO

3 novembre 2011 permalink 0commenti

“Nelle ore in cui le principali potenze economiche mondiali sono riunite al G20 di Cannes, confermiamo con convinzione il nostro sostegno alle proposte di tante organizzazioni non governative, del Global Progressive Forum, della Campagna italiana “Zerozerocinque” per l’istituzione di una tassa sulle transazioni finanziarie.
Si tratta di uno strumento da cui ricavare non solo introiti molto importanti in questo momento di crisi economica internazionale, ma anche di una misura che darebbe un segnale inequivocabile della volontà di introdurre da parte delle istituzioni politiche e democratiche meccanismi di controllo, di trasparenza e di regolamentazione del mercato, contrastando la speculazione finanziaria.
Ci auguriamo che l’Italia, almeno su questo tema, non resti totalmente in silenzio, come ha fatto purtroppo finora, così come auspichiamo che nel comunicato finale del G20 possa trovare spazio e consenso un accordo non a ribasso su questa importante proposta”.
E’ quanto dichiara Federica Mogherini, deputata PD e Responsabile Globalizzazione del PD.

Sull' Europa

UN ALTRO G20 E' POSSIBILE

28 ottobre 2011 permalink 0commenti

           

chi sono
Sono nata a Roma il 16 giugno del 1973 da papà toscano (Anghiari, Arezzo) e mamma veneta (Vittorio Veneto, Treviso).
contatti mail: mogherini_f@camera.it
tel: 06.67605348
Fax: 06.67605726
Indirizzo: Camera dei Deputati, Piazza S. Claudio 166 - 00186 Roma


Questo blog è stato visto 1 volte

footer